Roccolo – Maddalena (BS)

Una bella falesia, rustica e solitaria, chiodata da Malò, Maurizio, Nicola e forse altri e risistemata, oltre che da Nicola, da Gianluca, Michele, Nicholas e Walter.
Molte vie varie, diverse di queste difficili, chiodatura esigente su alcuni itinerari e una grande scaglia che – inevitabile – prima o poi cadrà non ne hanno fatto uno dei posti più frequentati della Maddalena.
Tuttavia la calma e la bellezza del posto possono essere motivo di attrazione per arrampicatori amanti della tranquillità.
Non posso non segnalare vari scavi sui tiri più impegnativi.
E qui, in ossequio alla tregua che io stesso ho richiesto in merito, mi taccio.

Falesia Rifugi del Guglielmo – Le falesie di versante

Nella recensione a questa estensione a dx della falesia Omodei in Opol aggiungo una nota su falesie di versante e di sommità.
Info più dettagliate qui: www.guidealpine.it, pp. 20-21.
In sintesi: portare il casco; e occhio ai bambini.

Rendena – Valle d’Inzino – Gardone VT (BS) – Satelliti

Completo la rapida ricognizione della Valle d’Inzino con un veloce resoconto sugli itinerari aperti sui vari campanili di dolomia disseminati sul pendio.
Frequentabile con qualche attenzione il settore “Placca”, forse da finire di rendere accessibile il settore “Diedrini”, il settorino di cui mi ricordavo l’esistenza (non ho cercato bene eventuali tracce tra i rovi), e solo per cacciatori ed esperti raccoglitori di funghi la via singola sopra la falesia classica, bella ma con avvicinamento impegnativo.

A proposito, forse l’itinerario in diedro a dx sul pilastro alto è solo frutto della mia fantasia (anche se sarebbe un bel tiro).

Rendena – Valle d’Inzino – Gardone Val Trompia (BS)

Al primo momento di pausa dal lavoro, in attesa di documentazione per i progetti che sto seguendo, recensisco questa falesia attrezzata di tutto punto alle pendici triumpline del monte Guglielmo.
Dolomia, chiodatura da S1 a S2, vie per tutte le difficoltà, fresco d’estate e caldo d’inverno se c’è il sole.
Che cosa chiedere di più?

Falesie: terreno sportivo o di avventura

Lancio una breve serie di video sulle caratteristiche di falesie di arrampicata sportiva (come intesa dalle istituzioni) e di falesie su terreno di avventura. Questo per consentire ai molti climberz di vecchia e di nuova generazione di avere alcuni semplici criteri per capire se in questo o in quello spot si può dare fiducia all’antico detto “Chi vola vale, chi non vola è un vile” o se è meglio essere più prudenti per salvaguardare caviglie e vertebre. Leggi tutto “Falesie: terreno sportivo o di avventura”

Recensioni video in pausa

Il programma video dei prossimi mesi prevede un rallentamento nella pubblicazione dei nuovi contenuti e un diverso focus.
Ecco perché…

Settore Muretto o della Passera – Caionvico (BS)

Una manciata di vie in un angolo appartato di Caionvico, brevi, su roccia solida e con ottime protezioni, fatta eccezione per le soste.
Peccato gli itinerari siano così vicini-vicini.
E non proprio su roccia ruvida.
Sarebbe utile un corso di archeologia dell’arrampicata per capire le stratificazioni e i rimaneggiamenti di chiodature e tracciature.
Ma così è…
Ah, l’accidentata vita del compilatore di guide.

Aladino – Predore (BG)

Non tornavo da anni a questo bel muro strapiombante a canne chiodato da Daniele Dazzi e di recente risistemato da Michele Alebardi.
D’altra parte qui le vie di riscaldamento partono dal 6a+ boulderoso. Quindi bisogna venirci allenati.
Il posto è molto consigliabile, in particolare a chi ama l’arrampicata oltre la verticale.
Panorama strepitoso e clima mite.

Conca d’Oro – San Gallo Alta – Botticino (BS)

Ricognizione arrampicatoria a questa bella e severa parete a metà fianco orientale della Maddalena, già presentata in altro video, che soffre di immeritato abbandono. Leggi tutto “Conca d’Oro – San Gallo Alta – Botticino (BS)”

Formichine – Predore (BG)

Che cosa fare d’inverno dopo una notte di pioggia e con temperature basse, avendo a disposizione solo 3 ore la mattina?
Semplice, si va a Predore: esposizione est, lago vicino, ampia scelta di vie.
Per questo motivo lo sconfinamento.
Quindi per questa volta niente ulteriori esplorazioni alle falesie bresciane.
Solo un piccolo spot pubblicitario per questo bel comprensorio di arrampicata in terra bergamasca.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: