Costorio – Concesio (BS) – Soste e maillon rapide

Eh, sì…
Negli anni o, addirittura, nei mesi la forma cala: ad aprile ero messo male; ma adesso, in piena stagione alpinistischen, sono peggio.
Vabbe’…
Pazienza…

La falesietta di Costorio, evidente anche dalla strada, raccoglie una ventina di vie su calcare a strati chiodate in modo vario, spesso ottimo, ma con insidie su alcuni itinerari dovute ai materiali usati.
Tuttavia, con un minimo di attenzione, vi si può arrampicare una mezza giornata su itinerari medio-facili, brevi e interessanti (solo per principianti consapevoli).
Quanto alla morale della favola riguardante i punti di calata: su soste con moschettoni da ferramenta e maillon rapide versione “mignon” come giunzioni di sosta, valutare con attenzione il materiale per poi appendersi e calarsi senza scossoni, nel caso aiutandosi con l’espediente del machard, già spiegato in altro video.
Raggiungere i 4 Kn di carico sedendosi di botto sull’imbrago non è poi così improbabile, come dimostra il video di “Hard is Easy” quotato all’interno della presentazione.

Rendena – Valle d’Inzino – Gardone Val Trompia (BS)

Al primo momento di pausa dal lavoro, in attesa di documentazione per i progetti che sto seguendo, recensisco questa falesia attrezzata di tutto punto alle pendici triumpline del monte Guglielmo.
Dolomia, chiodatura da S1 a S2, vie per tutte le difficoltà, fresco d’estate e caldo d’inverno se c’è il sole.
Che cosa chiedere di più?

Old Caregno – Marcheno (BS)

Una falesia in apparenza abbandonata, nur für alpinisten.
Ma esiste da più di 30 anni, è molto bella e incredibilmente panoramica. E ha grandi potenzialità di espansione.
Certo, bisogna sapersi muovere in ambiente esposto.
Però vuoi mettere arrampicare stile Verdon (con un po’ più di vegetazione) in uno dei punti di partenza per la salita al Gölem più amati dai bresciani?

Nel video ci fa da guida Beppe Forte, tra i più attivi chiodatori valtrumplini e “presidente” dei Furgonauti allo Sbaraglio, gruppo informale di arrampicatori presenti con attrezzature e riattrezzature – almeno – a Caregno, Lodrino e Inzino. Molto attivo sulle pareti del Verdon dei bresciani Flavio S., col supporto di Alessio A..

Falesia di Lodrino

Una breve recensione semiseria di questa bella falesia tra Val Trompia e Val Sabbia.

Qui le relazioni delle vie: https://www.planetmountain.com.

Qui le indicazioni di avvicinamento: https://www.google.com/maps/

Da qui il soundtrack: https://www.youtube.com/

Buona visione, nonostante volume e immagini non ottimali… (meglio su youtube).

E speriamo in un 2021 migliore.
Non che ci voglia molto, eh?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: