Covid 19: a che punto siamo?

In questa emergenza ognuno contribuisce come può.
Io, tra un progetto da stendere e una rendicontazione da chiudere, posso cercare e aggregare dati da ricerche solide sulla malattia, a uso di chi, da profano, è interessato all’argomento.

La mia unica competenza è, diciamo, bibliografica e deriva dal mio lavoro di progettazione (richiesta di finanziamenti) anche nell’ambito del programma Horizon 2020 (ERC humanities’ cross over with AI). Quindi spesso so poco degli argomenti di cui scrivo, ma so come e dove trovare fonti affidabili.

Quindi… Leggi tutto “Covid 19: a che punto siamo?”

La matematica? Non è un’opinione…

 

 

 

 

Ma i modi nei quali insegnarla, almeno in Italia, sì…
Anche a livello istituzionale.

Sono arrivato a questa conclusione dopo aver seguito per qualche ripetizione un ragazzo di 15 anni che frequenta la c.d. “prima media”.

Da programma stava iniziando a studiare i principi della geometria euclidea e i numeri naturali.

Nel seguirlo mi rendevo conto di alcuni fatti degni di nota:

  • Non riusciva proprio a capire la natura virtuale della geometria e della matematica di base: continuava a trattare gli oggetti geometrici e matematici come oggetti fisici;
  • Allo stesso modo, nello svolgere le operazioni [p.e. la divisione] agiva per prova ed errore, con procedure che i docenti avrebbero definito “espedienti”, e non intuiva la logica di fondo del procedimento. Leggi tutto “La matematica? Non è un’opinione…”

Indietro tutta

1. Il project designing come gioco d’azzardo [not for climbers]

Un’attività imprenditoriale con un tasso di successo del 10% (cioè: hai 10 probabilità su 100 di portare a casa un finanziamento e quindi di essere pagato) è sensata?
O è attività più affine al poker, al gratta e vinci e simili? Leggi tutto “Indietro tutta”

Parole al Vento – Le regole

Ogni setting formativo che si rispetti la le sue regole per facilitare il confronto e il dibattito.

Nel video parlo di quelle che propongo per la rubrica “Parole al Vento”.

Tempo di bilanci

Ti voglio fare una domanda:
qual è la scommessa più grossa
che hai perso
a testa o croce?

Anton Chigurh
in

E. e J. Coen, Non è un Paese per Vecchi,
2008
Dall’omonimo romanzo di C. McCarthy

1. Nella fornace

Non scrivo da una vita e mezza.

Il ritorno dal Perù mi ha visto sprofondare in una quantità impressionante di lavoro.
Se – dalle fatture emesse – conto i progetti che ho seguito, ne elenco ben 16 (in 10 mesi): Leggi tutto “Tempo di bilanci”

Crying Lightning

There was no cracks to grasp,
no gaps to claw

[…]

Your past times
Consisted of the strange
And twisted and deranged
And I hate that little game you had called
Crying Lightning

Arctic Monkeys
Crying Lightning – Homburg (2009)

 

1. 20 giorni all’Altro Mondo

Ormai qui i tempi sono frenetici.
Dal mio ritorno dal Perù ho lavorato su 7 – dico 7 – progetti.
Un record…
Specie quando ti insegnano – e io per primo insegno – che per scrivere un buon progetto è necessario tempo per capire, per decantare dati e intuizioni, per lasciare che la parte oscura della mente veda limiti e punti di forza dell’esistente e del cambiamento desiderato.
Che la mente oscura validi il cambiamento desiderato. Leggi tutto “Crying Lightning”

Il Gigante

Seffi

 

Quanto può dirsi,
si può dire chiaro;
e su ciò di cui non si può parlare,
si deve tacere

 

Ludwig Wittgenstein,
Tractatus logico-philosophicus, 7

 

Le stelle che in alto si vedono la notte,
di giorno vanno da altre parti.
Non si possono trasgredire le leggi di Varuṇa,
la luna si muove ogni notte
vedendo ovunque.

 

Ṛgveda, I, 24-10

 

1. Varuna

Corroso dalla tracotanza del sapere, il giovane Bhrgu, figlio del dio sovrano Varuna, venne mandato dal padre per il mondo […] per vedere ciò che il sapere da solo non rivelava. Si trattava di scoprire come il mondo stesso è fatto. Una visione la cui mancanza rende vano ogni sapere. Leggi tutto “Il Gigante”

Tony il Telefonista

1. Dubbi

Non è facile capire quali siano davvero i limiti funzionali di una persona che manca di un arto o che non ci vede.

Per uno sportivo nel pieno delle sue facoltà tutto è possibile.

Ma se una gamba non c’è o se per salire devo affidarmi solo a tatto e udito, come me la cavo? Leggi tutto “Tony il Telefonista”

Systems Theory e mente balenga

Il dio ecologico è incorruttibile
e quindi non lo si può beffare

 

  G. Bateson
Dove gli angeli esitano
Verso un’epistemologia del sacro
Milano, Adelphi, 1989, p. 216

 

 

Non mi occupavo della questione da un po’:  è stata la mia tesi di laurea

Ma un cliente mi chiede di tornarci sopra.

Così ricomincio a studiare: Intelligenza Artificiale, formalizzazioni della teoria dei sistemi, cibernetica, psicoterapie ad approccio sistemico…

E così via.

La solita sensazione che tutto si aggiorni, ma tutto si ripeta. E il solito vorticoso bailamme in testa. Leggi tutto “Systems Theory e mente balenga”

Le insidie della lettura veloce

Fragmenta…

Sono sempre più diffuse le tecniche di lettura veloce di più o meno nota derivazione PNL (o, almeno, io ne sono venuto a conoscenza sui libri di D. Gordon).

Tra i vari contributi reperibili in rete segnalo:

Leggi tutto “Le insidie della lettura veloce”